Un travel blog sempre schietto, spesso ironico e ogni tanto sboccacciato

Benvenuto, sono Ermes.

Se ti interessa il viaggio indipendente ma sei nauseato dai travel blogger di plastica che sfoggiano vite sempre al top tra contorsioni yoga all’alba, frasi filosofiche al tramonto, pasti degni di un baccanale, forse questo è il posto giusto.

La filosofia del blog è semplice: via i selfie stick, via l’ansia da iperdocumentazione fine a sé stessa, via tutta la patina accumulata in questi anni di social isterico e compulsivo. Via la sospensione del giudizio e il politicamente corretto, mi sbilancio. Via le recensioni basate sul do ut des, non voglio niente: non scrivo per viaggiare a scrocco, ma viaggio per poter scrivere.

Scrivo per divertirmi e per farti divertire, raccontandoti in maniera schietta, ironica e ogni tanto sboccacciata il mondo dei viaggi indipendenti.

Tutto quello che trovi qui è testato sulla pellaccia del tuo Ermes. Se i racconti di viaggio sono improntati all’ironia, le guide sono scritte per essere realmente utili: potrai stamparle e scaricarle in pdf.

Virando al sodo, ecco cosa trovi su Stray Ermes:

Racconti di viaggio: le mie storie strampalate. A puntate. Brevi. Politicamente scorrette, quasi sempre ironiche e talvolta sarcastiche, forse un po’ colorite.

Travel Guides: guide e itinerari dettagliati, sempre gratuite e scaricabili.

Travel Tips & Survival: articoli su come non farsi turlupinare come turisti della domenica. Tutto detto fuori dai denti.

Alla voce altre rubriche ho raccolto:

Pensieri randagi: i miei personali punti di vista su questioni collegate al mondo dei viaggi. Chiamarla filosofia mi pareva troppo.

Personaggi e situazioni memorabili: una carrellata di post particolarmente meritevoli, solitamente intrisi di almeno uno di questi elementi: grottesco, surreale, epico, assurdo. In un due parole: post memorabili.

Video: surreali reportage dal mondo pubblicati per la serie web Mondo Ermetico di Ermetico Channel. Un progetto bislacco che adoro. In questo format delirante degli spietati autori padani mi hanno obbligato a firmarmi come Ermetico Ermes. Non farci caso, sono sempre io, il tuo Ermes.

Altro bolle in pentola, ma sono sicuro che non ti logorerai in spasmodiche attese.

Dimenticavo: se vuoi conoscere qualcosa in più su di me vai qui, se vuoi sapere dove sono stato prova con questo.

Buona lettura,

Ermes

 

 

Follow

Segui su Wordpress

ItalianoEnglishFrançaisDeutschEspañolPortuguêsРусский简体中文