Un blog indipendente, sincero, scomodo. Proprio come dovrebbe essere un viaggio.

Benvenuto, sono Ermes.

Se ti interessa il viaggio indipendente ma sei nauseato dai travel blogger di plastica che sfoggiano vite sempre al top tra contorsioni yoga all’alba, frasi filosofiche al tramonto, pasti degni di un baccanale, forse questo è il posto giusto.

La filosofia del blog è semplice: via i selfie stick, via l’ansia da iperdocumentazione fine a sé stessa, via tutta la patina accumulata in questi anni di social isterico e compulsivo. Via la sospensione del giudizio e il politicamente corretto, mi sbilancio. Via le recensioni basate sul do ut des, non voglio niente: non scrivo per viaggiare a scrocco, ma viaggio per poter scrivere. Scrivo per divertirmi e per farti divertire, raccontandoti in maniera schietta, trasversale e soprattutto ironica il mondo dei viaggi indipendenti.

Virando al sodo, ecco cosa trovi su Quel randagio di Ermes:

Racconti di viaggio: le mie storie strampalate. A puntate. Brevi. Politicamente scorrette, quasi sempre ironiche e talvolta sarcastiche, forse un po’ sboccacciate. Leggi questa per esempio e se non ti piace chiudi tutto. Non mi offendo.

Articoli e guide: guide, luoghi, itinerari, articoli relativi al mondo del viaggio indipendente. Tutto detto fuori dai denti. Non ho potuto inserire tutto il materiale a disposizione, amplierò questa sezione di ritorno dal viaggio in Messico di febbraio 2018.

Video: surreali reportage dal mondo pubblicati per la serie web Mondo Ermetico di Ermetico Channel. Un progetto bislacco che adoro. In questo format delirante degli spietati autori padani mi hanno obbligato a firmarmi come Ermetico Ermes. Non farci caso, sono sempre io, il tuo Ermes.

Altro bolle in pentola, ma sono sicuro che non ti logorerai in spasmodiche attese.

Dimenticavo: se vuoi sapere chi è il mentecatto che scrive vai qui, se vuoi sapere dove sono stato prova con questo.

 

Follow

Segui su Wordpress