Browsing Category : RACCONTI DI VIAGGIO

Colombia 2019 – Giorno #2/3 – Trekking coi miracolati a Monguì


Sono a Monguì, pueblo andino abbarbicato a quasi 3000 metri nel Boyacà, regione a nord di Bogotà. Ieri, dopo una notte tribolata, sono arrivato qui dalla capitale e ho fatto una sgambatina fino a 3300 per vedere se il fisico reggeva. Reggeva. Adesso sono seduto su una roccia a 3865 metri sul Paramo de Oceta in compagnia del giovane Orlando…

Read More »

Colombia 2019 – Giorno #1 – Interessanti prospettive per il futuro


Ci sono cose dell’America latina a cui non ci si riesce proprio ad abituare. L’interruttore della luce invariabilmente distante dal letto che però te ne accorgi quando ormai sei sotto un cumulo di coperte. Le prese per ricaricare genialmente piazzate nei posti più scomodi, inaccessibili o nascoste dietro ai comodini. Le tazze del cesso formato mignon in cui non devi…

Read More »

Pensavo fosse Namibia e invece era Colombia…segui il viaggio dal blog!


E dire che ero decisissimo: quest’anno mi butto in Africa! Voglio andare in Namibia, e siccome è stagione delle piogge noleggerò un 4×4, uno di quelle gigantesche jeep con la tenda sul tetto, perché l’ultima cosa che voglio è rimanere impantanato nel bel mezzo del deserto con un rinoceronte che mi carica. E invece niente, più la guardavo da vicino…

Read More »

Balcani 2018 – Grecia/Italia – Il macabro rituale


Ed eccoci qua ai blocchi di partenza: dopo 4 ore passate sull’asfalto rovente del molo di Igoumenitsa, il portellone della nave (arrivata con un paio d’ore accademiche di ritardo) si apre tra sinistri clangori nella luce del tramonto. I motori rombano, qualcuno sgassa e sfriziona, la tensione si taglia col coltello: la strenua lotta per la conquista dello spazio vitale…

Read More »

Balcani 2018 – #9 – Grecia – Zagoria, Zagori o Zagorohoria che dir si voglia


La Zagoria, altrimenti detta Zagori, se ti vuoi complicare la vita la puoi chiamare anche Zagorohoria. Anche se ogni volta non sai quale nome usare, è una regione dell’Epiro che pare fatta per scorrazzarci le moto. Anche con le auto, certo, ma vuoi mettere sulle due ruote? Con quelle mastodontiche formazioni rocciose e gli scorci del Vikos canyon che ti…

Read More »

Balcani 2018 – #8 – Grecia – Geografia balcanica: getto la spugna!


Una tratta assolutamente spettacolare quella tra Florina e la Zagoria, che passando per i laghi di Prespa, contesi tra Grecia, Albania e Macedonia, arriva ai paeselli abbarbicati alla catena montuosa del Pindo, al cospetto del mastodontico Vikos canyon. In assoluto la migliore del tour da un punto di vista prettamente paesaggistico e motociclistico: se siete maniaci delle strade di montagna…

Read More »

Balcani 2018 – #7 – Grecia – Potrebbe piovere…


Alle 6 certezze della puntata precedente devo aggiungerne una settima: La Silver Slut, per quanto mulo inarrestabile come tutti i Transalp, non va ad aria. Ha iniziato a sobbalzare e a strattonare in autostrada quando il parziale segnava appena 286km. Il maledetto benzinaio greco l’ha fatta grossa: deve aver lasciato un paio di litri vuoti nel serbatoio nonostante gli avessi…

Read More »

Balcani 2018 – #6 – Grecia – Certezze in vetta all’Olimpo


Sono da poco passate le 9 e siamo i primi a toccare la vetta di Skolio. Io, Umberto e Giulia. Dietro di noi fa la comparsa un improbabile biondino imberbe che sfoggia una tenuta da alta montagna di tutto rispetto: jeans e converse di tela. Chiede con marcato accento dell’est: qualcuno va a Mytikas? Come no, giusto un paio di…

Read More »

Balcani 2018 – #5 – Grecia – Olimpo: dalle stelle alla stalla


Giro in sella alla Silver Slut come un disperato nelle prime luci del giorno per il dedalo di viuzze di Litochoro. Un autentico labirinto di stradine in salita a senso unico costellate di affittacamere e negozietti. Non c’è quasi nessuno in giro. Cerco senza successo l’inizio del sentiero E4 che porta a Prionia in 5 ore, da cui poi si…

Read More »

Balcani 2018 – #4 – Bulgaria/Grecia – Bulgari, greci e propositi autolesionistici


Il monastero di Rila è un vero gioiellino incastonato tra i monti del parco, con scale, ringhiere e balconate in legno, lastricati e affreschi bizantini sulle volte che sorgono ai lati della chiesa. L’arietta effervescente del primo mattino corrobora il quadretto fatto di frati ortodossi che girano in calzari e eminenze austere che fanno capolino dai corridoi dei piani superiori.…

Read More »
Follow

Segui su Wordpress

ItalianoEnglishFrançaisDeutschEspañolPortuguêsРусский简体中文