Il problema non è Ryanair. Il problema sei tu

Ryanair: lamentele, piagnistei, anatemi. Qualcuno invoca la poca chiarezza, altri la scorrettezza, qualcuno addirittura la truffa. Ma siamo sicuri che il problema sia sempre e solo Ryanair? Io per niente.

 

Non mi piace granché volare con Ryanair, se posso evito.

Non mi piacciono i sedili di quel coloraccio che non si reclinano. Non mi piace il casino che c’è a bordo, con gli altoparlanti che mi forano i timpani di continuo e gli assistenti di volo che cercano di appiopparmi gratta e vinci, profumi e altre mercanzie non richieste manco fossimo in un bazar di Istanbul.

Non mi piace quella trombetta gracchiante all’atterraggio e quell’applauso demenziale registrato. Non mi piace che dichiarino un orario di arrivo tenendosi larghi, in modo che un atterraggio in ritardo sia poi effettivamente molto raro.

Ma sono infinitamente grato a Ryanair perché ha rivoluzionato il mercato dei voli, permettendomi di essere a Londra, a Dublino, a Edimburgo e in tanti altri posti sparsi qua e là a prezzi impensabili fino quindici anni fa. Ryanair ha inventato il volo low cost e ha costretto altre compagnie a misurarsi con questo nuovo scenario. Non era affatto scontato che un giorno si sarebbe potuto raggiungere il lungo Senna al prezzo di una cena.

Ma in giro è pieno di gente che si lamenta di Ryanair: perché per ogni sgarro sono batoste, perché la ferrea politica sui bagagli cambia di continuo, perché i prezzi oscillano come pendoli e perché questo, e perché quello.

 

Eppure no, amico mio, molte volte non è Ryanair il problema. Spesso il problema sei tu che ti lamenti di una cosa che non sai usare, perché fino a ieri avevi preso si e no un autobus. Perché non leggi, sei pigro, vuoi tutto facile, economico, non capisci o non vuoi capire. Perché pretendi un servizio di un aereo di linea su un volo low cost. Stai sbagliando campionato.

 

Non stampi la carta di imbarco? Paghi salato. Ma c’è scritto a lettere cubitali, quindi sei tu in fallo, non certo Ryanair.

Ti presenti con un bagaglio troppo grande? Troppo pesante? Idem come sopra, sei di nuovo tu in fallo e la compagnia ringrazia.

Ti chiudono il gate in faccia? La colpa manco stavolta è di Ryanair, mi dispiace, è tua che non sai stare alle regole, arrivi tardi, sbagli fila, ti incarti ai controlli, confondi check-in con orario di imbarco.

Come dici? Quei disgraziati di Ryanair ti fanno pagare la scelta del posto? Soffri terribilmente perché ti dividono dai tuoi amichetti, uno in coda e uno in cima e uno in mezzo? Costa 3 euro scegliere quei cazzo di posti, se proprio era così importante stare accanto ai tuoi affetti per quelle due ore scarse di viaggio perché non li hai investiti quei dannati spicci?

Amico mio, la colpa non è di Ryanair, quasi mai. La colpa il più delle volte è tua che pensi che tutto ti sia dovuto, praticamente gratis, che pretendi oro pagando piombo. E sappi che se i biglietti Ryanair costano così poco è grazie anche a quelli come te, che non stampano le carte di imbarco, che eccedono dimensioni e peso dei bagagli, che sono troppo svogliati per prendersi la briga di leggere le policy. Quindi grazie Ryanair, certo, ma grazie anche te che ti ostini a non voler imparare. Però non lamentarti troppo di Ryanair, perché salire su un aereo, checché ne pensi tu, non è mai stato né mai sarà come prendere l’autobus. Sei tu che ti devi adeguare e darti una svegliata, mettiti l’animo in pace.

Calmati, calmati, non sto dicendo che se Ryanair ti ha cancellato il volo all’ultimo è colpa tua. Certo che non lo è. Ti dico però che se vuoi pagare così poco per arrivare a 3000 km di distanza, ebbene dovresti mettere nell’equazione anche questo. E magari altro.

No, secondo me il vero problema non è mai stato Ryanair.

 

©2018 Daniele Galassi
Stray Ermes – Travel blog di un randagio
www.ermes.blog

Gli articoli del blog sono stampabili e scaricabili in pdf. Se li hai trovati utili condividili per aiutare altri viaggiatori. Se poi decidi di iscriverti alla newsletter e alla pagina Fb rischi di farmi contento. Un po’ di sostegno morale mi aiuterà a perseverare in questa faticaccia!

 

 

 

 

 

 

1 Comment

  • Elena Deretti novembre 29, 2018 at 9:12 pm

    oh…finalmente uno che la pensa come me…concordo su tutto , i è capitato di usare spesso ryanair per un paio d’anni e ogni volta che sono sorti problemi la colpa era delle disattenzioni dei passeggeri …è scritto tutto molto ben chiaro quando prendi il biglietto se te ne sbatti poi nn ti puoi lamentare perchè hai tentato la furbata e ti è andata male…bravo…concordo su tutto

    Reply

Rispondi

Follow

Segui su Wordpress

ItalianoEnglishFrançaisDeutschEspañolPortuguêsРусский简体中文
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: